Vai al menu principale |  Vai ai contenuti della pagina

 aree  tematiche

 comunicazioni  istituzionali

 altri  servizi

 servizi  online

 newsletter 



Dimensione testo:
     
Questo articolo è stato letto 897 volte
Pubblicato il: 20/03/2023    Segnala pagina su Facebook Segnala
Bilancio di Previsione 2023-2025

UN ALTRO PASSO IN AVANTI VERSO UNA MAGGIORE EQUITA' IN TEMA DI TRIBUTI COMUNALI

UN ALTRO PASSO IN AVANTI VERSO UNA MAGGIORE EQUITA' IN TEMA DI TRIBUTI COMUNALI

Con delibera di Consiglio Comunale assunta in occasione della sessione dedicata al Biancio di Previsione 2022-2024 è stato radicalmente modificato l'impianto di applicazione dell'Addizionale comunale all'IRPEF passando dall'aliquota unica con soglia di esenzione di Euro 17.000,00, all'introduzione di aliquote progressive per scalgioni di reddito.

E' stato un passaggio reso possibile grazie agli sforzi fatti negli anni precedenti attraverso il progressivo innalzamento della soglia di esenzione da Euro 15.000,00 del 2019 ad Euro 16.000,00 del 2020 fino ad Euro 17.000,00 del 2021 e tutt'ora confermata, a tutela dei redditi medio-bassi, spalmando in più esercizi l'impatto economico che l'introduzione del nuovo meccanismo avrebbe comportato per il bilancio comunale.

Questa nuova modalità:

  • RAPPRESENTA L'UNICO ED IL PIU' SIGNIFICATIVO STRUMENTO A DISPOSIZIONE DEI COMUNI PER INTERPRETARE E REALIZZARE QUEL PRINCIPIO DI EQUITA' CHE RISPONDE ALL'OBIETTIVO  DI FAR CONTRIBUIRE I CITTADINI ALLA NECESSITA' DEL PROPRIO COMUNE IN RAGIONE DELLE RISPETTIVE CAPACITA' REDDITUALI ED ECONOMICHE;
  • INTERPRETA, INOLTRE, IN MANIERA CORRETTA QUEL PRINCIPIO DI PROGRESSIVITA' CONTRIBUTIVA PREVISTO DALL'ART. 53 DELLA NOSTRA COSTITUZIONE CHE, ORIGINARIAMENTE PREVISTO PER LA GENERALITA' DEI REDDITI, SI E' PROGRESSIVAMENTE RIDOTTO AD UN'IMPOSTA PROGRESSIVA PER I SOLI REDDITI DA LAVORO DIPENDENTE.

Oggi non ci sono le condizioni per intervenire in maniera più marcata nella diversificazione e riduzione delle aliquote ma l'attuale impostazione risulta idonea per far diventare l'Addizionale comunale all'IRPEF uno dei principali strumenti di fiscalità locale.

Per ora, quindi, la differenza fra le singole aliquote applicate ai rispettivi scaglioni di reddito è volutamente contenuta, possiamo dire simbolica, in quanto hanno avuto priorità le seguenti considerazioni:

  • sostanziale mantenimento del gettito complessivo previsto a bilancio;
  • salvaguardia dei redditi più bassi attraverso la conferma della soglia di esenzione per i redditi fino a Euro 17.000,00;
  • nessun aumento di tasse e tributi comunali.

Queste le nuove aliquote per scaglioni di reddito in vigore dal 1 gennaio 2023:

  • 0,65% fino a Euro 15.000,00 (0,70% nel 2022);
  • 0,72% oltre Euro 15.000,00 fino a Euro 28.000,00 (confermata aliquota 2022);
  • 0,75% oltre Euro 28.000,00 fino a € 50.000,00 (0,77% nel 2022);
  • 0,79% oltre Euro 50.000,00 (0,80% nel 2022).

 

San Vittore Olona, marzo 2023

Assessore Marco M. Rotondi